AGUGLIANO PASSA 3-0 | Volley Potentino

Subito un passo falso per i biancazzurri

La Seconda Fase si apre male per Potenza Picena, che si arrende a una TDC incerottata nonostante le buone indicazioni del primo parziale

AGUGLIANO PASSA 3-0

GoldenPlast Potenza Picena  0                        

TDC  Agugliano 3                                          

GOLDENPLAST : Saudelli , Emili , Giacomini , Bambozzi , Giannini , Mazzocchi   Attolico, Maccaroni, Massera, Pistilli, Mariotti (ne) Bianchini (L). All. FAMMELUME

TDC  AGUGLIANO : Simonetti , Pieralisi , Pasquini , Ausili , Molari , Sansonetti , Fulgenzi (L1) , Pelomoro (L2) All. BALDONI

ARBITRI: Pazzaglia e Romani di Macerata

PARZIALI : 23-25  (22’)  11-25  (22’)  14-25  (23’)  –  Tot.  73’

Inizio della Poule Salvezza in Serie C per la GoldenPlast Potenza Picena e subito una sconfitta sorprendente sabato sera in casa al cospetto della TDC Agugliano, con la squadra ospite dimezzata dalle assenze di cinque giocatori. Il primo set fa ben sperare, con il team di casa concentrato e determinato, avanti nel punteggio fino al 23 a 22. Nella volata del primo parziale tre errori ingenui tradiscono capitan Saudelli e compagni. Invece di reagire con un gioco aggressivo, i giovani potentini vanno in tilt e affrontano il testo del match con un atteggiamento rinunciatario in ogni azione, di fatto consegnando il risultato ai ragazzi della TDC Agugliano, che ringraziano e portano a casa tre punti d’oro in trasferta. Sempre più complicata la situazione per il gruppo di coach Fammelume che dovrà far leva su orgoglio e determinazione per acciuffare la salvezza. Al momento i biancazzurri sono penultimi nel girone della salvezza a 5 punti, con 3 lunghezze di vantaggio sul fanalino di coda Jesi, ma già al primo turno della seconda fase è arrivato il sorpasso della Travaglini Ascoli, ora a quota 7. La GoldenPlast tornerà in campo nella Poule Salvezza sabato 22 febbraio alle 21.00 sul campo della Marpel Arena contro i padroni di casa della Banca Macerata.

(In foto un time out – Scatto di Gianluca Bernacchia)